LA SCELTA DEL NOTAIO DEVE BASARSI

SU UN  RAPPORTO DI FIDUCIA 

ATTI RELATIVI AD EREDITA’ E SUCCESSIONI IN GENERE

  • Alcune informazioni di base

L’intervento del Notaio trova una delle più qualificate espressioni proprio nel settore delle successioni, ove è notorio che la professionalità notarile è particolarmente sviluppata. Nonostante ciò, quello in parola è un campo ove l’intervento del Notaio non è quasi mai obbligatorio per legge.

L’iter che si deve percorrere al momento dell’apertura della successione (ovvero della morte del de cuius, cioè del soggetto della cui eredità si tratta) è composto da adempimenti di tipo fiscale, di tipo civilistico e contemporaneamente civilistico e fiscale.

È innanzitutto obbligatoria per legge, a prescindere dalla presenza o meno di un testamento o dalla accettazione o meno della eredità, la presentazione alla Agenzia delle Entrate della dichiarazione (usualmente detta denuncia) di successione con il pagamento delle imposte, a cui deve far seguito, in presenza di beni immobili ed entro 30 giorni, la voltura catastale. Per tali atti non è assolutamente indispensabile l’intervento di alcun professionista, ma, soprattutto in presenza di patrimoni complessi ed al fine di ottenere importanti consigli in tema di agevolazioni fiscali, si consiglia ovviamente l’intervento di un Notaio o di altro professionista del settore legale-fiscale.

Di norma non è indispensabile porre in essere un atto di accettazione espressa della eredità, ma, allorchè vi siano dei minori o altri soggetti privi della ordinaria capacità di agire (ad es. interdetti) è necessario porre in essere un atto di accettazione di eredità con il beneficio di inventario e, successivamente, l’inventario dei beni del defunto. Questi atti necessitano di una precedente autorizzazione del Giudice competente (che va richiesta con un ricorso per il quale non è indispensabile l’assistenza legale di un avvocato - comunque sempre possibile – e per cui si consiglia comunque di rivolgersi al Notaio che dovrà ricevere l’atto di accettazione), ma possono essere rogati anche dal Cancelliere competente.

È possibile, inoltre, effettuare la rinuncia all’eredità. Tale atto è di notevole importanza, pur non essendo di stretta competenza notarile, per cui, qualora si decidesse di richiederlo al Cancelliere, si consiglia di recarsi prima, per un consiglio, dal Notaio, che difficilmente pretenderà onorari per un semplice e rapido suggerimento.

In presenza di successione regolata da testamento, occorrerà, se il testamento è stato confezionato senza l’intervento del Notaio, recarsi dal Notaio per la c.d. pubblicazione, mentre, se il testamento è già pubblico, il Notaio dovrà rogare un atto con il quale si potrà procedere alla registrazione del testamento ai fini fiscali. Per la riscossione di somme o la liquidazione di titoli, azioni ed altri investimenti mobiliari dovrebbe essere sufficiente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (che può essere autenticata presso il Comune), ma spesso le Banche e gli intermediari richiedono un vero e proprio atto di notorietà, con il quale due testimoni estranei attestano la circostanza della apertura della successione e le caratteristiche della stessa.

Naturalmente ci si potrà recare dal Notaio anche per consigli e consulenze su successioni non ancora aperte e per la redazione del proprio testamento. Il testamento olografo non necessita di un intervento ufficiale del Notaio, ma è ovviamente di estrema utilità ottenere suggerimenti dal Notaio sulle modalità redazionali, nonchè informazioni sulle norme che regolano la successioni e sui limiti da rispettare nella distribuzione del patrimonio tra gli eredi. Il testamento olografo può poi essere depositato fiduciariamente o ufficialmente dal Notaio. In particolari circostanze (ad es: analfabeti, persone impossibilitate a scrivere) e quando ci si vuole avvalere della ufficialità del testamento pubblico, questo sarà ricevuto dal Notaio in presenza di due testimoni.

  • Documenti da produrre al Notaio

La documentazione è variabile in dipendenza del tipo di atto da compiere, anche se, in linea di massima, oltre ai documenti anagrafici (due documenti e codice fiscale ed estratto dell’atto di matrimonio) e ad un estratto dell’atto di morte, che occorre per tutte le pratiche successorie (in alcuni casi può essere sostituito da un certificato), occorrono, per le pratiche da svolgersi a successione già aperta, tutti i documenti dai quali si verifica la consistenza del patrimonio (dati catastali, atti di acquisto, atti societari per le quote di società, documentazione bancaria) ed i rapporti di parentela (certificato di stato di famiglia). In ogni caso è, però, preferibile contattare lo studio notarile che potrà fornire le indicazioni del caso.

Tempi di espletamento della pratica

A parte il testamento, che è atto che necessita di particolare ponderazione, gli altri atti legati alla successione non necessitano di particolare istruttoria, per cui normalmente occorrono 5/6 giorni lavorativi, anche se l’atto di notorietà, in casi di urgenza, viene rogato anche il giorno successivo a quello della produzione dei documenti.

Organizzazione

  • Dott.ssa Annalisa

    Assistenza al Notaio

    Istruttoria atti

    Tel: 0587757406

    Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Ing.jr Giuseppe

    Raccolta documentazione

    Istruttoria mutui e copie

    Tel: 05043100

    Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Rag. Beatrice

    Amministrazione

    Contabilità

    Tel: 0587757406

    Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Rag. Enzo

    Adempimenti post-stipula

    .

    Tel: 05043100

    Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • 1

SCEGLI IL NOSTRO STUDIO SE TI

ISPIRIAMO  FIDUCIA  E POI VALUTERAI IL RAPPORTO QUALITA’-“PREZZO".

I nostri Uffici

 

Studio Pisa
Via Carlo Cattaneo, 3 56125 Pisa 

 bientina notaioclaudiocalderoni

Studio Bientina
Via Marco Polo, 81/A (Centro Le Rose, int. N) 56031 Bientina (PI)

Orari uffici

Pisa da Lun. a Ven. 9:30/13:30 - 15:30/19:00

Bientina da Lun. a Ven. 9:00/13:00

Lun. e Giov. 15:00/19:00

 

In caso di domande, richieste informazioni e/o perplessità non esitate a contattarci, saremo lieti di rispondere nel più breve tempo possibile.

 

info@notaiocalderoni.eu

 

05043100 - 0587757406

FISSA UN APPUNTAMENTO